Guida ai Patches Ricamati

Guida ai Patches  Ricamati

L’angolo di Giovannini Angelo
La guida ai patches ricamati ci viene spiegata dal responsabile produzione patches dal 1979 ad oggi con oltre 40 anni di esperienza.

1) Il patches ricamato viene realizzato con un filato a volte particolare, polyestere o cotone, adatto per avere scritte e loghi puliti e perfetti, per utilizzarlo al meglio, provate a seguire questi consigli:

  • non stringete troppo la tensione delle teste della macchina da ricamo, perche’ il filato si rovina facilmente;
  • usate un ago da ricamo con una cruna un po’ piu’ grande, danneggera’ di meno il filo;
  • non tenete la cruna dell’ago nello stesso punto della gugliata per molto tempo, ma spostatelo frequentemente, in modo da non danneggiare particolarmente un punto in particolare;
  • quando vedete che il filo da ricamo si e’ assottigliato eccessivamente e sta per rompere, sostituitelo.
  • memorizzare bene la macchina da ricamo automatica con la sequenza giusta dei colori e fare sempre una prova campione prima di procedere con la produzione dei patches ricamati.

2) Dopo la ricamatura dei patches-distintivi ricamati viene realizzato la parte del taglio; essa divide ogni logo l’uno dall’altro e deve essere fatta cercando di renderli piu’ puliti possibile; il risultato deve essere un patches finito bene, pulito e di alta qualita’; e nono solo il cliente ne trarra’ soddisfazione, ma anche voi stessi che lo producete! Per ritagliarlo e pulirlo dai fili con ottimi risultati provate a seguire questi consigli :

  • in caso di taglio con forbici usarle ben affilate e con lievi ricurve; altrimenti il filato si rovina facilmente;
  • state sempre distanti dal cordoncino…ma non troppo ! deve essereci una giusta compensazione;
  • controllate sempre la pulizia dei fili di un patches ricamato dopo la ricamatura, e pulirlo in ogni sua parte.
  • in caso di taglio patches  ricamati con laser, dare sempre la giusta potenza al taglio , o il tessuto nel perimetro tagliato ingiallisce leggermente.
  • se il laser ha poca potenza, il taglio dei Patches Ricamati non avviene bene e rimangono attaccati l’uno all’altro; quindi dare un potenza sempre in base al tessuto che si va tagliare , in modo da ottenere un taglio di altissima precisione e di fattura pregiata.
  • si consiglia sempre comunque di tagliare i Patches Personalizzati con dispositivo laser, il quale puo’ dare anche marcature e incisioni a effetto vintage sui distintivi, dando grande creativita’ ai Patches Ricamati. Dopo il taglio, ogni singolo patch potra’ essere cucito su abbigliamento tramite diversi tipi di applicazioni.
Guida ai patch ricamati